Your browser does not support SVG
La prima risorsa online a 360° per il turismo nel Cilento

Baia (o porto) degli Infreschi


Porticciolo di origine naturale molto noto al turismo nazionale e internazionale, fiore all'occhiello della costa cilentana, Porto Infreschi è meta di ogni escursione via mare che parte da Marina di Camerota. E' così chiamato per le sorgenti di acqua dolce gelata che si mischiano all'acqua di mare, costituisce un riparo naturale protetto da tutti i venti, che veniva spesso utilizzato in passato come rifugio dai pescatori.


Una minuscola chiesa di sapore greco è meta di una processione marina il giorno di Ferragosto. Sulle coste rocciose della baia cresce abbondante la primula di Palinuro.

 

In epoca romana il suo nome era Anphorisca perché lì era cavata l'argilla per la fabbricazione dei manufatti fittili, la cui produzione è ancora rinomata . Divenne Anfresca ,nel XVII secolo ,sulle carte nautiche, Infreschi oggi. Questo luogo viene anche indicato come l'Antica Pixus. Nel 600 poi, divenne proprietà del marchese di Camerata in cui fece costruire un frantoio con magazzino e taverna annessi.

 

 

La Tonnara degli Infreschi
Baia Infreschi nel secolo scorso ospitava una tonnara, oggi completamente diroccata. Il tonno antenato di quello che arriva sulle nostre tavole era ben conosciuto in tutto il Mediterraneo fin dal Paleolitico. I Micenei nella seconda metà del secondo millennio avanti cristo erano abili pescatori e costruivano tonnare fisse lungo le rotte di migrazione di pesci . In molti centri costieri dell'occidente punico era praticata la pesca dei grandi pelagici e, dove la produzione era consistente sorgevano grandi impianti di salagione.

 

 

Percorso di Trekking
Il percorso prende origine nei pressi della grotta di Lentiscelle, nella quale è ospitato un battello con il quale si compirono traversate oceaniche alla fine del 1800. Il sentiero si immerge nella macchia mediterranea nel primo tratto e dopo aver utilizzato un breve tratto di strada asfaltata, si imbocca una pista sterrata che porta verso la Cala del Pozzallo. Superato il piccolo vallone asciutto, dopo una breve salita si arriva alla "Cala Bianca", eletta spiaggia più bella d'Italia. Il sentiero, dopo aver superato un altro vallone a tempo, si inerpica protetto dalla fresca ombra della macchia mediterranea e degli olivi. Arrivati sul poggio inizia la breve discesa che porta al porto naturale degli Infreschi. Tratto caratterizzante della piccola baia è la presenza di acque dolci che si sversano a mare e la presenza della Primula palinuri, un endemismo assurto a simbolo del PNCVD. Il rientro può avvenire in barca verso Marina di Camerota se concordato oppure utilizzando lo stesso sentiero.

 

L'escursione di Trekking è fattibile con l'associazione
GET CULTNATURA
Francesco D'Alessandro - Cel: 389.9523939 - dott.francesco.dalessandro@gmail.com
Mimmo Pandolfo - Cel: 347.9497391 - mimmopandolfo@libero.it

Dove alloggiare in zona
vacanze cilento
villaggio residence Macinelle

Camerota - Marina di Camerota

Località di mare

Da € 280,00
per 7gg / appartamento


vacanze cilento
Casa Vacanze Oltremare

Camerota - Marina di Camerota

Località di mare

Da € 200,00
per 7gg / appartamento